MINNIE

Miao a tutti! Io sono Minnie e sono la "capostipite", nel senso che sono stata la prima felina a mettere zampa in questa casa. Non dimenticherò mai quella sera dell'11 novembre 2001, fredda e con quella pioggerella sottile che scendeva incessantemente da alcune ore. Mi aggiravo per il vicolo in attesa di incontrare qualche anima pia che mi volesse offrire cibo e un riparo. Poi finalmente, come in un miraggio, l'ho vista: una signora che camminava verso di me. Miagolando, le sono andata incontro e ho cominciato a strusciarmi alle sue gambe. Lei non è stata sgarbata, anzi! Ha cominciato a fare tutti quei versi strani che fate voi umani quando volete far capire ad un animale che non gli siete nemici ma... non lo so! Non mi sono sentita incoraggiata a seguirla e così, mentre lei richiudeva il cancello alle sue spalle, gettandomi delle occhiate per vedere se la seguivo, io sono rimasta lì nel vicolo ad osservarla andare via.
Dopo un po' è arrivato un signore e io ho ripetuto la solita pantomima, solo che con lui è stato diverso: lui mi ha incoraggiato a seguirlo, mi ha tenuto il cancello aperto mentre mi invitava ad entrare, e allora io l'ho seguito fin sopra a casa.
Dentro c'era la stessa umana che avevo incontrato poco prima e insieme mi hanno dato da mangiare e offerto riparo per la notte. La mattina dopo però, dopo avermi fatto mangiare ancora qualcosa, la signora mi ha messo fuori dal portone. "Eh no!", ho pensato io, "mica vi potete liberare di me così! Io da qui non me ne vado!" e infatti, quando più tardi la signora è uscita per andare a lavorare, mi ha trovata lì, esattamente nella stessa posizione in cui mi aveva lasciata, che fissavo il portone in attesa che uscisse.
Devo riconoscere che il mio messaggio è stato prontamente recepito: l'umana mi ha riportata in casa e da quel momento sono rimasta sempre qui, adottata per il resto dei miei giorni!
Questa umana mi chiama la "bambasciona", perché dice che sono sempre impacciata, che mi metto paura per ogni piccola cosa, che non mi muovo con l'agilità che contraddistingue tutti i felini... pensi pure quello che vuole! Io, intanto, il mio scopo l'ho ottenuto: trovare degli umani da adottare (eh sì, perché loro si credono di aver adottato me, senza rendersi conto che invece è stato proprio l'opposto)! Se questo significa essere "bambascioni", allora di gatti bambascioni al mondo ce ne dovrebbero essere molti di più!
Successivamente, e in tempi diversi, sono arrivati anche altri due mici: Pepper e Alex, ma questa è un'altra storia...

Vai alla miciografia di Pepper 

Vai alla miciografia di Alex 



INDIETRO